SOS Missionario

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

ALEPPO EST O ALEPPO OVEST? “Dum Romae consulitur, Saguntum expugnatur”

E-mail Stampa PDF

Durante la marcia della pace “Pegugia-Assisi”, abbiamo fatto volantinaggio per far conoscere il nostro progetto S.O.S. ALEPPO e proporre la sottoscrizione di un appello dei francescani per “fare di Aleppo una Zona di Sicurezza da porre sotto il controllo diretto delle Forze di pace dell'Onu.

Una persona, dopo aver preso il volantino che gli avevamo dato, ci chiede a brutto muso: ”Aleppo Est o Aleppo Ovest?”, iniziando poi un ragionamento sulla responsabilità del regime di Assad e dei suoi alleati russi, che continuano a bombardare la zona orientale, colpendo obiettivi civili e affamando la popolazione. A questo punto si inseriscono nella discussione altre persone che sottolineano invece la responsabilità dell’imperialismo americano che, a partire dall’invasione dell’Afganistan, con i suoi interventi, ha provocato la destabilizzazione dell’area mediorientale. C’è chi evidenzia le colpe del fondamentalismo islamico, che in nome della religione, seminando il terrore, vuole egemonizzare e conquistare un suo territorio.

Ma i tempi della “marcia” non consentono lunghe discussioni: si deve camminare e quindi tutti si rimettono in cammino, credo ognuno rimanendo con le proprie convinzioni.

La situazione in Siria e, più in generale, in Medio Oriente è molto complessa e non ci sono soluzioni semplici; la comunità internazionale deve farsi carico della situazione e la diplomazia dovrà cercare una mediazione che appare sempre più urgente.

Il genocidio della popolazione, che ricorda gli scenari della ex Jugoslavia e dell’Afganistan, si consuma per i veti incrociati delle grandi potenze, a causa del ruolo ambiguo dei paesi arabi, perché si combatte in Siria una guerra che ha radici lontane – sia geograficamente che storicamente-. E con il massacro della popolazione si sta distruggendo anche quel tessuto sociale che ha consentito la pacifica convivenza di uomini di religioni diverse.

Mentre a Roma si discute, Sagunto viene espugnata”: ben si applica l’amaro commento di Livio alla attuale situazione siriana. Mentre l’ONU, la Russia, gli Usa, Assad, l’ISIS, e i tanti attori dell’area  mediorientale fanno accordi che durano lo spazio di un giorno, Aleppo muore.

Pensiamo a Elias, uno dei responsabili di MJO Social Service (un movimento della gioventù ortodossa composta essenzialmente da studenti univesitari), che si trova ad Aleppo sotto le bombe, che ogni giorno con la sua associazione cerca di aiutare chi rimane, senza distinzioni di razze e di fedi, facendo quello che può con quello che ha. Anche se non siamo sempre d’accordo con le sue idee, gli siamo vicini – anche con qualche supporto economico – perché lui e la sua associazione sono un segnale di speranza, un invito a rimanere “nonostante tutto”…, sia a Est che a Ovest.

 

 

S.O.S. ALEPPO

E-mail Stampa PDF

SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE DI ALEPPO-SIRIA 

PER  SOSTENERE QUESTO PROGETTO: cc postale  242636 oppure BANCA PROSSIMA IT96 J 03359 01600 1000 0000 5294  - CAUSALE:   S.O.S. ALEPPO

Sembrerebbe impossibile ma ci sono più di 250.000 persone che ancora vivono ad Aleppo (all’inizio della guerra erano circa 2,5  milioni)  e sono tutti civili che non vogliono abbandonare le loro case.

Siamo  in contatto diretto con un’associazione di Aleppo, la MJO-Social Service (Movimento della Gioventù Ortodossa), composta da studenti universitari, impegnata nell’aiuto alle persone che vivono in  questa città martirizzata dalla guerra. MJO distribuisce alimenti di prima necessità a circa 2.200 famiglie in cooperazione con la Syrian Arab Crescent (Croce Rossa Siriana) e  pasti caldi a circa 1.300 persone in collaborazione con  Jesuit Aleppo JRS (l’associazione dei Gesuiti per i rifugiati); medicinali a circa 350 anziani; contributi per spese sanitarie; contributi per il latte per circa 700 bambini malnutriti, fino a due anni di età.

Il progetto S.O.S. ALEPPO vuole sostenere l’attività di  MJO e contribuire alle necessità primarie delle famiglie e alle spese scolastiche per i bambini e ragazzi che hanno ripreso gli studi. Un sostegno che, ci hanno detto, li fa sentire meno soli e li incentiva ad andare avanti, nonostante tutto…

S.O.S. Missionario ha già inviato un primo contributo per un gruppo di  famiglie ed un gruppo di ragazzi. Gli interventi saranno potenziati in base ai fondi raccolti.

sos_aleppo_bassissima

 

SIRIA: una crisi umanitaria insopportabile

E-mail Stampa PDF

Da alcuni mesi il SOS Missionario è entrato in contatto con una associazione di Aleppo, la MJO-Social Service, che tra enormi difficoltà cerca di portare aiuti alle persone che vivono in un quartiere di questa città martire della guerra siriana. Gli aiuti, in questa tragica situazione, sono soprattutto  di emergenza – distribuzione di alimenti, gestione di una mensa, supporti minimi alle famiglie maggiormente segnate dal conflitto...- Tramite la nostra amica Valentina, che è in contatto con uno dei responsabili di MJO che vive ad Aleppo, Elias Farah, riusciamo ad avere notizie di prima mano della situazione della città. Abbiamo ritenuto importante far sentire la vicinanza della nostra associazione a queste persone che si trovano “in prima linea”, manifestando la nostra volontà di aiutarle. In questi giorni sta prendendo forma un piccolo progetto che si propone di aiutare un primo gruppo di famiglie; nei prossimi giorni vi informeremo sugli sviluppi. Per il momento alleghiamo una sintetica scheda sulla situazione in Siria. 

Leggi tutto...
 

5x1000 scegli S.O.S. MISSIONARIO c.f. 9100950443

E-mail Stampa PDF
Negli oltre 50 di attività, S.O.S. Missionario ha realizzato  innumerevoli progetti a favore dei più bisognosi, contribuendo a dare, a molti, una vita più dignitosa  e la speranza di un futuro migliore.
Grazie al 5 per mille, è possibile sostenere questo lungo cammino solidale in modo assolutamente gratuito.
Il nostro bilancio è pubblico e diamo informazione ai nostri sostenitori sulle realizzazioni e sui progetti finanziati tramite il Notiziario SOS Missionario e i canali social.
Recentemente sono stati pubblicati gli elenchi dei beneficiari dell’anno 2014. Il SOS Missionario ha ricevuto 10465 euro con 293 preferenze. E’ una cifra piccola ma, preziosa che ci permetterà di costruire un altro pozzo e un’altra cisterna in Uganda.  GRAZIE a tutti coloro che hanno firmato per la nostra associazione.  Continuate a sostenerci.  Il codice fiscale è 91000950443. A voi non costa niente. Per  i beneficiari dei nostri progetti, invece, fa la differenza
In questo 2016 vogliamo chiedervi anche una partecipazione attiva con il PASSAPAROLA..invitate i vostri amici a sostenere SOS Missionario.  Se avete dei canali social condividete il nostro messaggio e la nostra foto.....

immagine2 fb

 

 

 

IN DIRETTA DALL'INDIA.. lettera di Lucia..

E-mail Stampa PDF

La nostra amica Lucia, ha deciso di trascorrere un periodo di tempo in India, a Vadipatty, insieme alle suore che si occupano dell’ospedale, realizzato dal SOS Missionario, dei Progetti di aiuto alle donne e dei bambini orfani e/o abbandonati.  Ci ha scritto per condividere con noi la sua esperienza...

10 marzo 2015

 Cari amici,  

 vi  aggiorno sul viaggio e sulla situazione quí a Vadipatti:  le suore sono carinissime con me, e, al di là delle mie difficoltà  con la lingua e di adattarmi ai ritmi di preghiera di una vita religiosa, alquanto intensi .. non ho trovato molti problemi. In questo convento 6 delle 8 suore sono infermiere e tecniche di laboratorio. Solo Sr. Gessy, la Sr madre, e sr.  Rani,  la vice della congregazione, non hanno una specializzazione medica, ma hanno ben altro da fare per la gestione del convento e dell'ospedale la prima, dei progetti la seconda.

In ospedale ho assistito principalmente alla fisioterapia: hanno in cura diversi bambini affetti da problemi causati dalla poliomielite,  che non riescono a controllare gambe e collo. Alcuni piccoli sono in cura da 4-5 anni e hanno fatto interessanti progressi, anche se la difficoltà nel parlare rimarrà perché lì la fisioterapia non può arrivare.  Lokish è arrivato da circa 4 mesi in ospedale e deve fare ancora un lungo cammino, al momento non controlla nè gambe nè testa, e tutto ciò che vuol dire lo dice con qualche suono confuso e.. gli occhi: quelli si che parlano!

Leggi tutto...
 

MINERALI CLANDESTINI

E-mail Stampa PDF

S.O.S. Missionario sostiene la campagna MINERALI CLANDESTINI, promossa da Chiama l'Africa e CIPSI. E' una denuncia della compravendita illegale di minerali preziosi per l'alta tecnologia (coltan, oro, stagno, tungsteno) da paesi in conflitto o ad alto rischio, troppo spesso in cambio di armi. Inoltre, Minerali Clandestini sostiene la proposta di legge, già sul tavolo della commissione europea, per la TRACCIABILITA’ DEI MINERALI dai luoghi di provenienza fino alle vetrine dei negozi europei.
Per saperne di più www.mineraliclandestini.it

Per firmare www.change.org/p/minerali-clandestini

 

India-Ampliamento del piccolo ospedale di Vadipatty

E-mail Stampa PDF

E’ necessario ampliare l’ospedale di Vadipatty per poter accogliere i malati terminali di AIDS. L'ospedale ,  costruito dal SOS Missionario 25 anni fa con i fondi raccolti con una Partita del Cuore della Nazionale Italiana Cantanti, sarà ora ampliato grazie alla donazione testamentaria di Patrizio P. che ha lasciato i  suoi beni ai più  poveri del mondo. Questa preziosa opera contribuirà a mantenere viva la sua memoria per sempre. 

Leggi tutto...
 

Sostegno a distanza - Non lasciamoli soli

E-mail Stampa PDF
Il sostegno a distanza è un aiuto concreto a bambini che vivono in situazioni difficili ed un accompagnamento temporaneo nella loro vita.   SOS Missionario garantisce l’aiuto al bambino fino a quando, trovandosi nella situazione di bisogno, è in contatto con la congregazione religiosa o associazione locale che si prende cura di lui.  Al termine di ogni anno, se il bambino è ancora presente nel programma di aiuto, viene chiesto il rinnovo per l’anno successivo. Se il padrino o madrina non desidera o non può continuare,  il bambino viene affidato ad altri.
APPELLO! AIUTATECI A NON LASCIARLI SOLI… Purtroppo, nel corso del 2013, alcuni padrini/madrine, non hanno potuto confermare il loro aiuto al bambino che gli era stato affidato… NON POSSIAMO ABBANDONARLI… aiutateci a non lasciarli soli…
SOSTIENI UN BAMBINO A DISTANZA. Il contributo annuale è di  200 euro che è possibile versare anche in 10 rate da 20 euro, o 4 rate da 50 euro.
Leggi tutto...
 

India - Thorrur Formazione ed attività generatrici di reddito per donne e adolescenti

E-mail Stampa PDF
L’associazione BIRD, delle suore battistine, sta lavorando in 4 aree: Narasinhulapet, Thorrur, Nellikudur, Kodakandla e al momento, le attività sono concentrate in 40 villaggi. Gli operatori vanno nei villaggi 5 giorni a settimana, visitano le famiglie, i centri di formazione e portano avanti diversi programmi educativi. Il coordinatore di ogni area controlla lo svolgimento delle attività e presenta una relazione mensile.
ATTIVITA’ IN  CORSO
FORMAZIONE SULLE ATTIVITÀ GENERATRICI DI  REDDITO
Leggi tutto...
 

India - Vadipatty Formazione donne e ragazze nelle aree rurali. Sostegno a vittime di HIV/AIDS.

E-mail Stampa PDF
La Social Service Social delle suore battistine di Vadipatty, ha avviato con  successo, il programma a favore delle donne, tra cui molte affette da HIV/AIDS, e di giovani adolescenti. Il programma prevede sia la formazione per una presa di coscienza delle proprie capacità, sia l’organizzazione di corsi professionali ed il sostegno per  l’avvio di attività produttive.
ATTIVITA’ REALIZZATE
PERCORSI FORMATIVI DI AUTOSTIMA  E CONSAPEVOLEZZA DI SE’
Leggi tutto...
 

India - Laboratorio analisi per la clinica di Vadipatty

E-mail Stampa PDF
Lo scorso luglio ci è giunta la richiesta da parte delle suore della clinica di Vadipatty, per l’acquisto di un analizzatore ematologico automatico, indispensabile per ridurre i rischi di infezione dei tecnici di laboratorio, che utilizzavano ancora  tecniche tradizionali. Abbiamo accolto la loro richiesta, inviando euro 5250 come da preventivo. Ora l’attrezzatura è installata!
Leggi tutto...
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 2

Pergamene solidali

SOStieni ...

Links consigliati

Solidarietà Internazionale - Fatti Notizie Cose dal Mondo giornale radio sociale

SOS Missionario è ...

Newsletter

Segui SOS Missionario

  • Feed
  • YouTube
  • Facebook Page: 100001144428116
  • Picasa
  • Twitter