SOS Missionario

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Vita di associazione
Vita di associazione

MARCIA DELLA PACE. Un appello all’impegno e alla responsabilità

E-mail Stampa PDF

La pace  che desideriamo non dipende solo dalle grandi decisioni ma anche da tutte le piccole azioni fatte ogni giorno da ciascuno di noi. Ecco perché la Marcia della pace non è una solo una lunga camminata da Perugia ad Assisi ma è un Appello all’impegno e alla responsabilità. SOS Missionario, insieme ad altre associazioni ha organizzato un pullman che partirà da San Benedetto del Tronto. Partecipare alla marcia è la testimonianza del nostro impegno quotidiano per costruire la pace, per difenderla e diffonderla.  (dal doc. della Marcia) Disponiamo di più ricchezze, conoscenze e mezzi di ogni altro tempo ma permettiamo che aumentino le disuguaglianze, le sofferenze, i conflitti, la disoccupazione e l’insicurezza di miliardi di persone. Tante persone stanno cedendo alla paura e alla rassegnazione assumendo atteggiamenti di chiusura, indifferenza e rabbia. Individualismo e corsa all’arricchimento, hanno cancellato in molti il senso della pietà e del bene comune, il valore della solidarietà e della condivisione. DOBBIAMO REAGIRE! Smettiamo di fare le guerre! Quelle armate che stanno devastando paesi e popoli ma anche quelle che ci vedono perennemente gli uni contro gli altri. Scopriamo insieme la bellezza della cura del NOI e non solo dell’IO. Costruiamo una nuova cultura politica nonviolenta basata sul rispetto della “dignità di tutti gli esseri umani”. QUESTO È IL TEMPO IN CUI DOBBIAMO OSARE LA FRATERNITÀ!

 

A CENA INSIEME 2017

E-mail Stampa PDF

a cena insieme 2017 sito

A CENA INSIEME è l’ormai consueta serata di convivialità e solidarietà per sostenere un progetto che ci sta a cuore. Il ricavato di quest’anno sarà destinato alla costruzione di una SCUOLA PROFESSIONALE IN UGANDA intitolata a PADRE ANTONIO MONIERI. Un progetto che ci sta particolarmente a cuore perché ci dà l’occasione di fare memoria concreta del nostro fondatore che con la sua vita ha testimoniato l’Amore per i più piccoli ed i più deboli. L’appuntamento è per SABATO 9 DICEMBRE ore 20,30 presso il BIANCAZZURRO a San Benedetto del Tronto. Durante la serata saranno presentati i lavori realizzati ad Aleppo, con le donazioni dello scorso anno.

 

Don Vincenzo Catani

Dopo un periodo di riflessione e ripensamento sul futuro dell’associazione, susseguente la morte del suo fondatore Padre Antonio Monieri, a norma dello statuto, l’assemblea dei soci del SOS MISSIONARIO ha rinnovato il Consiglio Direttivo che, nella sua prima riunione, ha eletto come nuovo presidente Don Vincenzo Catani.

Don Vincenzo ha seguito sin dall’inizio il cammino della nostra associazione, a cominciare dalle sue prime esperienze pastorali  come vice parroco di S. Egidio alla Vibrata, dove costituì un bel gruppo di giovani che partecipò con lui al primo campo di lavoro a Francavilla a Mare. Fu presente anche in altri campi estivi, a Ceriano Laghetto e S. Bartolomeo in Bosco. Con P. Monieri è stato in Africa, nello Zaire – oggi R.D. del Congo – dove ha avuto modo di conoscere luoghi e  incontrare persone che hanno segnato la vita del SOS Missionario: l’ospedale di Masi Manimba ed il dr. Sapio,  il sanatorio di Tumikia, il lebbrosario di Mosango e le suore Poverelle….

Don Vincenzo è stato particolarmente vicino alla nostra associazione negli ultimi anni, che sono stati difficili per molti motivi. Quando lo abbiamo cercato non ha mai fatto mancare il suo incoraggiamento  e il suo aiuto, discreto ma efficace. Oggi gli siamo particolarmente grati perché, pur nonostante i suoi molteplici impegni, ha dato la sua disponibilità a ricoprire il ruolo di Presidente del SOS Missionario, assicurando con la sua presenza quella continuità con lo spirito con il quale P. Monieri lo ha fondato nel lontano 1964.

don vincenzo003-2

Don Vincenzo Catani  in R.D. Congo con Padre Antonio Monieri nel 1978

 

Padre ANTONIO MONIERI è tornato alla Casa del Padre

E-mail Stampa PDF

Padre Antonio Monieri, fondatore e presidente del SOS Missionario, nella sera del 22 agosto, è tornato alla casa del Padre.

Uomo forte e risoluto, sacerdote innamorato dell’Eucaristia, di fede autentica e profonda, si è distinto come educatore trascinante, missionario generoso e instancabile. Ha dedicato tutta la sua vita agli altri, compiendo scelte di vita coraggiose improntate alla sobrietà e all’attenzione verso i poveri della terra. Ha saputo confortare chi era nella sofferenza e infondere coraggio. Nei numerosi viaggi intorno al mondo si è fatto voce dei derelitti del Congo, dell’India, delle Filippine. Con la sua vita ha testimoniato l’amore di Dio seminando ovunque del bene.  Quanti lo hanno conosciuto e stimato lo ricordano con rimpianto, nella certezza che la “Madonna dello sguardo”, alla quale tanto si è affidato in vita, lo accompagnerà ora fra le braccia del Signore.

Leggi tutto...
 

IN DIRETTA DALL'INDIA.. lettera di Lucia..

E-mail Stampa PDF

La nostra amica Lucia, ha deciso di trascorrere un periodo di tempo in India, a Vadipatty, insieme alle suore che si occupano dell’ospedale, realizzato dal SOS Missionario, dei Progetti di aiuto alle donne e dei bambini orfani e/o abbandonati.  Ci ha scritto per condividere con noi la sua esperienza...

10 marzo 2015

 Cari amici,  

 vi  aggiorno sul viaggio e sulla situazione quí a Vadipatti:  le suore sono carinissime con me, e, al di là delle mie difficoltà  con la lingua e di adattarmi ai ritmi di preghiera di una vita religiosa, alquanto intensi .. non ho trovato molti problemi. In questo convento 6 delle 8 suore sono infermiere e tecniche di laboratorio. Solo Sr. Gessy, la Sr madre, e sr.  Rani,  la vice della congregazione, non hanno una specializzazione medica, ma hanno ben altro da fare per la gestione del convento e dell'ospedale la prima, dei progetti la seconda.

In ospedale ho assistito principalmente alla fisioterapia: hanno in cura diversi bambini affetti da problemi causati dalla poliomielite,  che non riescono a controllare gambe e collo. Alcuni piccoli sono in cura da 4-5 anni e hanno fatto interessanti progressi, anche se la difficoltà nel parlare rimarrà perché lì la fisioterapia non può arrivare.  Lokish è arrivato da circa 4 mesi in ospedale e deve fare ancora un lungo cammino, al momento non controlla nè gambe nè testa, e tutto ciò che vuol dire lo dice con qualche suono confuso e.. gli occhi: quelli si che parlano!

Leggi tutto...
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 2

Pergamene solidali

SOStieni ...

Links consigliati

Solidarietà Internazionale - Fatti Notizie Cose dal Mondo giornale radio sociale

SOS Missionario è ...

Newsletter

Segui SOS Missionario

  • Feed
  • YouTube
  • Facebook Page: 100001144428116
  • Picasa
  • Twitter