Continua il nostro sostegno alle attività di MJO-Social Service (Movimento della Gioventù Ortodossa) di Aleppo, impegnata nell’aiuto alle persone che vivono in  questa città martirizzata dalla guerra. MJO distribuisce alimenti di prima necessità,  medicinali; dà contributi per spese sanitarie, per il latte per bambini malnutriti, fino a due anni di età; per l’acquisto di libri e materiale scolastico al fine di favorire il ritorno a scuola di bambini e ragazzi e contributi per riparare le case lesionate dai bombardamenti.  Il progetto S.O.S. ALEPPO sta contribuendo alla riparazione delle case e all’acquisto di libri e materiale scolastico.  Attualmente Aleppo, dopo cinque anni di guerra, è tornata in uno stato di “semi-tranquillità”. Pur non essendo del tutto cessati gli scontri a fuoco e  le bombe, gli abitanti stanno cercando di tornare per quanto possibile ad una “normalità di vita”. Le scuole sono quasi tutte riaperte, è stata ripristinata all’80% la fornitura di acqua e al 65% il sistema elettrico pubblico ma, il dramma umanitario è ancora a livelli molto alti.