All’inizio di ogni anno scolastico la Commissione Intercultura di ciascun istituto sollecita gli insegnanti a lavorare sulla competenza europea di “esercitare la cittadinanza attiva attraverso esperienze significative e buone pratiche che favoriscano forme di cooperazione e solidarietà per coltivare il senso di appartenenza alla grande famiglia umana”. Seguendo queste indicazioni la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di Cupra Marittima (AP) e le scuole primarie di Massignano e Ripatransone (AP) hanno realizzato l’iniziativa “MERENDA SOLDIALE”. In un giorno stabilito, i bambini hanno rinunciato alla solita merenda destinandone il corrispettivo (o qualcosa in più!) a micro progetti a favore di chi è in difficoltà. La loro merenda per un giorno è stata “pane e olio” offerto dai gestori della mensa o, nel caso di Ripatransone, dall’Amministrazione Comunale. Le maestre raccontano che è stato un momento gioioso, sia per l’originalità della merenda, sia per aver mangiato tutti insieme la stessa cosa, sia per la gratificazione di sentirsi utili a qualcuno! Nell’a.s. 2016/17 il ricavato è stato destinato alla popolazione di Aleppo in Sira per contribuire alle riparazioni delle case. Nel 2017/18 la scuola di Cupra Marittima ha fatto il doppio bis con 2 merende solidali destinando il ricavato della prima merenda ad Aleppo e della seconda alla costruzione di una cisterna d’acqua in Uganda. Anche la scuola di Massignano ha fatto il bis destinando il ricavato alla costruzione di una scuola in Uganda.

Gli alunni sono stati preparati nei giorni precedenti dalle insegnanti attraverso informazioni supportate da materiale inviato dal SOS Missionario mentre alle famiglie è stato consegnato un avviso esplicativo dei progetti. La merenda solidale si è rivelato un piacevole momento comunitario, accolto con entusiasmo dagli alunni. In tutti, si è riusciti a suscitare un comune sentimento di unità e di altruismo spontaneo.

La Merenda Solidale è una prassi ripetibile in tutti gli istituti scolastici, in quanto facile da organizzare ed efficace negli scopi. Il nostro GRAZIE alla Dirigente dell’ISC, che ha accolto favorevolmente la proposta, agli Insegnanti che l’hanno pensata e realizzata, ai bambini ed alle loro famiglie che sono stati generosi e… anche a coloro che hanno fornito pane e olio! E chissà…forse quest’anno faranno il ter..